Focus
Video e Galleria fotografica
book.jpg



direttoreilvoltosullacitta.jpg
Alberto Di Giglio
regista e documentarista
direttore  artistico de "Il Volto sulla Città"


SindacodiTodi.jpg
L' avventura che la nostra Città si appresta a vivere è una delle sfide più intriganti, che si possano affrontare
Dedicare l'avvio della primavera e quindi della stagione turistica della nostra città alla Sacra Sindone sembra quasi uno scandalo, in una Regione che troppo spesso si è dimenticata della propria storia e di come sia stata plasmata dalla figura di Cristo.Come dimenticare che, solo qualche tempo fa, nella Regione che ha dato il Patrono d'Italia ed il Patrono di Europa,
si è deciso di escludere dallo Statuto
 ogni riferimento al Cristianesimo ?
Eppure, a prescindere dalle singole convinzioni personali, di certo non si può negare che il nostro animo, la nostra essenza, il nostro intimo sia permeato dalla esperienza di Cristo e del cattolicesimo.
Abbiamo, quindi, accolto con grande entusiasmo la proposta del Progetto Othonia, Alberto Di Giglio e gli Amici del Cineforum di dedicare tre settimane allo studio ed alla diffusione della storia
e del Mistero della Sacra Sindone.

Sarà l'occasione per dare una immagine della nostra Città, legata alla tradizione Cattolica ed al Mistero della Storia di Cristo, nel segno di una offerta culturale e turistica che sappia abbracciare anche la nostra essenza spirituale.

Avv. Antonino Ruggiano-Sindaco di Todi

 

                download.png          /download.png                    

Programma il Volto sulla Città     Presentazione Othonia


 download.png         download.png     

      Pannelli della Mostra      Comunicato Stampa 15 Marzo


 
    

   
   

   


  

























18 Marzo/ 8 aprile 2018 Comune di Todi - Diocesi Orvieto-Todi Associazione Internazionale OTHONIA

 L’iniziativa della durata di 3 settimane prevede
una serie di attività e momenti dedicati alla Sindone
 conservata nel Duomo di Torino dal 1578.
Una occasione unica per fare il punto sullo stato
 dell’arte dell’Oggetto archeologico più studiato al mondo, sul quale,
dalla scoperta della prima fotografia del 1898 ad oggi,
studiosi di tutto il mondo hanno dato informazioni e dati
 sullo sfondo di circa 30 discipline scientifiche,
dando origine alla ricerca multidisciplinare che
risponde al nome di Sindonologia.
 Secondo la tradizione si tratta del Lenzuolo funebre
 menzionato nei Vangeli di Luca, Matteo, Marco e Giovanni
che avrebbe avvolto il corpo di Cristo deposto dalla croce
e trovato vuoto nel sepolcro dopo la sua Resurrezione.
Di grande impatto l’interesse mediatico e religioso
 delle ultime 4 Ostesioni del 1998 del 2000, 2010 e 2015,
con milioni e milioni di pellegrini arrivati a Torino
da tutte le parti del mondo, rivelando
 un vero e proprio fenomeno ecumenico che ha messo insieme
cattolici, ortodossi, protestanti, ebrei, mussulmani e atei.

Giovanni Paolo II definì la Sindone “Provocazione all’intelligenza”; “ Specchio del Vangelo”; “Immagine del
silenzio” 

 
  
                  Nei giorni della Settimana Santa, i cristiani vivono un viaggio nel mistero pasquale
 di Cristo crocifisso e risorto, cuore della nostra fede.

Cari amici, vi invito a „leggere‟nel Suo Volto, la vicenda che è capitata a Dio: è la storia del suo Amore.
“Ecco Colui che porta, sopporta e porta via ogni nostra angoscia” ( K. Barth).

Permettiamo che Egli guarisca la nostra abitudine a voltare le spalle.
 Lasciamoci condurre alla contemplazione di questo Volto e troveremo scritta a caratteri di sofferenza e di sangue, una Sapienza nuova: il dono di sé per amore.


Vescovo Diocesi Orvieto-Todi Benedetto Tuzia